L’Impresa ICeT S.r.l.  si è dedicata allo studio di manti in erba naturale innovativi,  realizzzati con la metodologia del trapianto – in collaborazione con l’Università di Pisa nonchè con l’agronomo di ns. fiducia.

Siamo stati in grado di studiare e rendere operativa una soluzione innovativa relativa alla realizzazione di manti con macroterme conosciute come “Cynodon dactilon” – un’essenza mai usata nei tappeti erbosi ad impiego calcistico fino a qualche anno fa.

E’ chiaro che tutti i manti, se molto stressati da un clima molto rigido con neve o gelo, si trovano in difficoltà, ma una buona base è sinonimo di maggiore resistenza e durata.

Da qualche anno con la soluzione delle macroterme, si è trovato un buon deterrente ai problemi legati al caldo, alla formazione della trama stabilizzante del tappeto con la consociazione naturale del mix composto da essenze microterme – con sviluppo migliore dai 15° ai 24° – e dalla Cynodon – macroterme che sviluppa al meglio dai 25° in poi.

Questo nuovo sistema garantisce con l’impianto in macroterme da Aprile a tutto Agosto/Settembre una elevata densità di impianto e quindi un inserimento molto ridotto di eventuali infestanti, una finezza fogliare molto evidente con una copertura efficace e senz’altro di grande effetto paesaggistico/ornamentale, una intensità di colore in estate senza eguali.

A livello colturale possiamo poi elencare un’attitudine al taglio basso seconda solo all’“Agrostis p.”, una riduzione di almeno 1/3 dell’acqua irrigua rispetto alle essenze tradizionali/microterme, motivo di grande merito, la formazione di una zolla con una densità di stoloni e rizomi tali da coprire danni da tockles in pochi giorni per il grande vigore vegetativo.

Poi c’è l’effetto “trama” oppure “ordito”, come chiamavano l’inserimento del tappeto sul terreno i vecchi manutentori dei campi sportivi. Questo effetto garantisce quella stabilità al terreno di gioco e quell’equilibrio, che gli atleti cercano in ogni impianto e che garantisce loro incolumità fisica (vedi, per esempio, diminuzione di distorsioni alle caviglie).

Inserimento di Cynodon su un tappeto erboso pre-esistente.
Nel caso dell’insediamento della Cynodon su un tappeto pre-esistente ci sono al momento due opzioni distinte, ma parimenti efficienti e garantite. Tutto questo perché, con grande vantaggio dell’attività, il lavoro con macroterme non può iniziare prima di fine Maggio e quindi a campionato terminato con la consapevolezza di poter lavorare a fondo per circa 30 giorni, senza impegni agonistici a cui far fronte.

L’intervento sopra citato comprende il trapianto di piantine macroterme a buona densità (20-25 mq.) sul manto esistente, che viene in precedenza diserbato e preparato (tagli a lame verticali e tagli dell’erba con effetto scolping) per l’immissione massiccia di piantine  che in 30 giorni garantiscono una copertura quasi totale del tappeto.

– Nome: Cynodon dactilon (Italia: Gramigna; U.S.A.: Bermuda grass);
– Ciclo vegetativo: perenne;
– Appartenenza: macroterme;
– Taglio: molto basso, anche inferiore a cm. 1;
– Habitus di crescita: rizomi e stoloni;
– Clima: mediterraneo.